sabato 3 gennaio 2015

Best book award 2014


Consueta classifica dei libri letti nel 2014. 
Quest'anno, visto il discreto numero di libri letti, abbiamo deciso di dividerli per categorie: 

Classici 
Lettera al padre Di Franz Kafka 
Il solitario Di Eugène Ionesco 
Il libro di sabbia Di Jorge Luis Borges 
Mentre morivo Di William Faulkner 

Platone 
Fedone Di Platone 
Critone Di Platone 
Apologia di Socrate Di Platone 

Dostoevskij 
Povera gente Di Fedor M. Dostoevskij 
Il sosia Di Fedor M. Dostoevskij 
Netocka Nezvanova Di Fedor M. Dostoevskij 
La padrona Di Fedor M. Dostoevskij 
Il signor Procharcin Di Fedor M. Dostoevskij 
Il villaggio di Stepàncikovo e i suoi abitanti Di Fedor M. Dostoevskij 
Umiliati e offesi Di Fedor M. Dostoevskij 
Memorie dalla casa dei morti Di Fedor M. Dostoevskij 

Europei 
Felici i felici Di Yasmina Reza 
Il mare Di John Banville 
La mia lotta (1) Di Karl Ove Knausgård 
L'orizzonte Di Patrick Modiano 
Le Particelle elementari Di Michel Houellebecq 
Estensione del dominio della lotta Di Michel Houellebecq 
Saggio sulla lucidità Di José Saramago 
Le intermittenze della morte Di José Saramago 
Paradiso e inferno Di Jón Kalman Stefánsson 
La tristezza degli angeli Di Jón Kalman Stefánsson 
Il cuore dell'uomo Di Jón Kalman Stefánsson 
L'insostenibile leggerezza dell'essere Di Milan Kundera 
La bambina silenziosa Di Peter Hoeg 
Melancolia della resistenza Di Laszlo Krasznahorkai 
Estinzione: uno sfacelo Di Thomas Bernhard 
Una solitudine troppo rumorosa Di Bohumil Hrabal 
Treni strettamente sorvegliati Di Bohumil Hrabal 

Italiani 
La gemella H Di Giorgio Falco 
Geografia commossa dell'Italia interna Di Franco Arminio 
Resistere non serve a niente Di Walter Siti 
Chiuso per Kindle: Di Massimiliano Timpano, Pier Francesco Leofreddi 
La vita in tempo di pace Di Francesco Pecoraro 
Ovunque, proteggici Di Elisa Ruotolo 
Un mucchio di giorni così Di Angelo Calvisi 
Elianto Di Stefano Benni 
Lezioni americane Di Italo Calvino 
Dissipatio H.G. Di Guido Morselli 
Autobiografia del Blu di Prussia Di Ennio Flaiano 

Russi 
Rottame d'oro Di Vasilij Aksënov 
Arpagoniana Di Konstantin Vaginov 
L'enciclopedia dell'anima russa Di Victor Erofeev 

Nordamericani 
L'angelo Esmeralda Di Don DeLillo 
Il taccuino rosso Di Paul Auster 
Episodi incendiari assortiti Di David Means 
L'inconfondibile tristezza della torta al limone Di Aimee Bender 
Il commesso Di Bernard Malamud 
Sunset Limited Di Cormac McCarthy 
Dieci dicembre Di George Saunders 

Sudamericani 
Respirazione artificiale Di Ricardo Piglia 
Ferdydurke Di Witold Gombrowicz 
Opere complete e altri racconti Di Augusto Monterroso 
Storie di cronopios e di famas Di Julio Cortázar 
I dispiaceri del vero poliziotto Di Roberto Bolaño 
Chiamate telefoniche Di Roberto Bolaño 

Poesia 
Poesie Di Sergej A. Esenin 
Le mani scalze Di Manuel Forcano 
Quasi invisibile Di Mark Strand 
Il monumento Di Mark Strand

I membri della commissione giudicante (Lars W. Vencelowe, Héctor Genta, Xenia Dubinina, S.A. Samoilov, Leonard Jakob) esprimono le seguenti considerazioni:
  • Tra i pochi romanzi nordamericani letti nel 2014 spicca quest'anno l'assenza di P. Roth (vuoto da colmare nel 2015). Una menzione va ai racconti di Saunders che con questa raccolta si impone come una delle figure di riferimento nel campo delle short stories.
  • Numerosi e interessanti gli spunti offerti dal variegato panorama sudamericano, come al solito di alto livello. 
  • Tra i Dostoevskij letti, tutti relativi alla prima fase del gigante russo e che preparano il terreno ai grandi romanzi della maturità, segnaliamo Il sosia.
  • Ottime e abbondanti le letture di autori europee: tra le tante è necessario citare le novità rappresentate dalla trilogia dell'islandese Jón Kalman Stefánsson e il sorprendente romanzo dell'ungherese Krasznahorkai.  
  • L'ultima silloge di Mark Strand ne conferma la grandezza e il valore assoluto che lo pongono tra i grandi Poeti di ogni tempo. Ci mancherà.
In base alle opinioni espresse la giuria concorda sul fatto che la triade (Strand, Krasznahorkai e Stefánsson meriterebbe di aggiudicarsi il podio delle letture migliori del  2014, ma - all'unanimità - decide che:
il 2014 è stato l'anno della rinascita della narrativa italiana

e proclama 
La vita in tempo di pace di Francesco Pecoraro 
romanzo dell'anno.

Ai posti d'onore:
La gemella H di Giorgio Falco 
Un mucchio di giorni così di Angelo Calvisi 






applausi

5 commenti:

tito ha detto...

sono angelo (un mucchio di giorni). per me, la vostra segnalazione vale come lo Strega. Denghiù bboi.

Lars W. Vencelowe ha detto...

Grazie per il contatto.
Belìn, siamo anche vicini...

tito ha detto...

Belin alua... Dimme'n pittin... De dôve t'ei? Cumme ti me cunusci? Cumme ti l'ae truvou u me libbro? Baxi, amigo...

Lars W. Vencelowe ha detto...

...son de Spèsa amigo, a t'o scoverto su Anobii (t'er conossi?), ho lèto la recensiùn de un fante chi ne parlava ben e l'ho catà anca mi. Me pae scrito ben, orizinae 'nta trama e 'nta costrusiun. Si te vè se ne pè parlae ancoa.
Pecato che tei zenoano...
Se vedèmo.

geometrasbagliato ha detto...

Ne vegnu oua da a partia... Sperummu d'avei ciu fitu poscibile trei squaddre liguri in serie A... Belin che gufata... Scherzi a parte, grazie ancora, grazie davvero della segnalazione... E, se posso permettermi, occhio! Nel 2015 può darsi che esca qualcosa... Ciau